[ubuntu-it] IPAd --> Linux

Franco Abitante franco a franco.abitante.name
Mar 12 Giu 2012 17:52:27 UTC


Il 12/06/2012 17:47, Filippo Dal Bosco - ha scritto:
> Vorrei fare l' abbonamento a Time.
> Da quanto capisco oltre alla versione cartacea ( non mi interessa dagli
> USA ci metterebbe secoli ad arrivare) è disponibile una versione per
> IPAd. 
> Visto che di Ipad non so nulla:
> Domada: 
>
> 1) È possibile vedere in Linux qualcosa destinato ad IPad ?
> 2) Mi sembra che IPad non abbia dischi o simili. Ne seguirebbe che
> ammesso che si possa vedere in Linux sarebbe comunque solo on line e
> non sarebbe possibile scaricare il file e poi vederselo.
>  
>
non conosco il funzionamento diretto dell'app del Time, ma immagino che
sia simile se non uguale alle altre app "per giornali"
se così fosse, significa che l'app è semplicemente un contenitore che si
collega al server, fornisce le tue credenziali (il tuo AppleID e
relativa password) e scarica un pdf o un qualcosa di analogo.
Da quel che ne so, questo tipo di architettura non fa uso di DRM o roba
simile ma è legata in ogni caso allo specifico device.
Apple mette a disposizione uno strumento amministrativo (iTunes) per
migrare da un device a un altro (in sostanza, serve nel caso in cui ti
compri il nuovo iPad e butti quello vecchio). Prima che tu lo chieda:
iTunes esiste per Mac (ovviamente) e per Windows. Ho cercato di farlo
funzionare su Linux tramite Wine, ma senza successo.

Alcune annotazioni
1: non è vero che iPad non ha dischi: a secondo del modello (e della
quantità di $$$ cacciati) ha dischi da 16, 32 e 64Gb
2: il fatto che iPad abbia una memoria fissa non significa che ci si
possa accedere: da quel che ne so io, l'unico "ponte" con l'iPad è
costituito da iTunes, che consente di fare quello che la buonanima di
Steve ha deciso che debba fare
3: ci sono molti modi per trasferire file sull'iPad: oltre al già citato
iTunes, si può usare un cloud tipo DropBox oppure un client FTP oppure
ancora usare l'iPad come server FTP, etc etc. Ben differente è la
situazione inversa ("prendersi" un file dall'iPad): è possibile solo se
è stato esplicitamente reso possibile. In altri termini, non si ha alcun
accesso al filesystem e l'idea "prendo sto file e me lo copio sul pc" è
del tutto privo di fondamento (a meno che l'app che gestisce quello
specifico file non contenga *di suo* strumenti adatti)

Tutto questo, assumendo che l'iPad in questione sia come Apple l'ha
fatto (escludendo quindi jailbreak e hacking di qualsiasi natura)
Aggiungo una opinione: la forza di questo tipo di device (l'iPad ma
anche tutta la famiglia dei Galaxy) sta nel fatto che lo usi per leggere
con una modalità *simile* al corrispettivo di carta: a letto, sul
divano, seduto sul water, in treno. Questo vale per i libri (da quando
ho l'iPad leggo solo epub) ma vale anche per le riviste.
Dopo l'esperienza tablet, leggere sul monitor di un pc diventa inpraticabile





Maggiori informazioni sulla lista ubuntu-it