[ubuntu-it] chakra linux

Enzo Perer enzolatina a msn.com
Lun 16 Apr 2012 08:47:47 UTC




> Date: Mon, 16 Apr 2012 09:12:00 +0200
> From: piviul a gmail.com
> To: ubuntu-it a lists.ubuntu.com
> Subject: Re: [ubuntu-it] chakra linux
> 
> rezcik scrisse in data 14/04/2012 11:21:
> > Ognuno ha le sue opinioni.
> >
> > Ma io parlo di dati di fatto per la mia esperienza diretta visto che
> > tutti quelli che lavorano in ambito pro (cioè lavoro reale non geek) e
> > in ambito informatico di produzione hanno mollato ubuntu. Parlo anche
> > di gente che é partita con la slackware degli inizi per intenderci....
> >
> > Il punto è che invece di accettare le evidenze si preferisce parlare
> > di netiquette. Non ci si confronta quando un evangelizzatore (termine
> > usato per definire i venditori di M$) ti parlano della loro "verità".
> Guarda Rezcik non so se ti rendi conto che sei fastidioso con questa tua
> insistenza nel confondere la tua opinione con la verità. Guarda che
> ognuno ha la sua verità ed è sacrosanto in un ambito come il software
> libero questo concetto!
> 
> Se vogliamo parlare di cose tecniche siamo tutti pronti a discuterne ma
> cosa speri di ottenere con queste tue continue affermazioni assolute
> come "tutti quelli che lavorano in ambito pro" oppure "accettare le
> evidenze"? Speri che il continuare a ripeterle come un mantra qualcuno
> incominci a farle sue?
> 
> Bah...
a me sembra che il target della guerra di religione si sia spostato da linux contro windows a ubuntu contro le altre distro......in fin dei conti non è che il medico di base quando fa una ricetta ti obbliga ad usare ubuntu o altro (confermi mauro ?), di distribuzioni ce ne stanno millemila, ognuna con le sue caratteristiche, quella che usi non ti piace più o ha intrapreso una strada che non ti piace? la abbandoni e ne usi un'altra più consona ai tuoi desideri, dove sta il problema? un capo progetto che decide quale strada deve intraprendere lo sviluppo della sua distro, avrà il diritto di scegliere le linee guida che per lui sono le migliori? poi se sono giuste o sbagliate sarà il gradimento del pubblico a determinarlo...
quello che proprio non riesco a capire è la continua smania di voler "piegare" la distro alla nostra volontà....unity non mi piace per cui lo devono levare e ritornare al vecchio ambiente a cui ero abituato.....ma non è più semplice cambiare pensiero e dire "unity non mi piace, passo ad una distro che non lo usa...."?penso pure che lamentarsi sul forum di  unity che non piace o che il desktop di quell'altra distro è più bello di quello di ubuntu non porti da nessuna parte, casomai sarebbero cose da far presente ai dev, esprimere a loro le perplessita su questi aspetti, toccherà poi a loro valutare i pro e i contro relativi alla strada intrapresa nello sviluppo ed eventualmente aggiustare a loro discrezione il tiro.....a noi rimane solo dare o non dare il consenso usando o non usando il prodotto, magari essendo sempre grati a chi (e parlo in particolar modo degli sviluppatori volontari delle distro minori o considerate tali) ci mette a disposizione un prodotto senza chiedere nulla in cambio se non l'apprezzamento per esso.........also sprach Zarathustra.............ciao......  		 	   		  
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-it/attachments/20120416/26355a62/attachment-0001.html>


Maggiori informazioni sulla lista ubuntu-it