[ubuntu-it] Portatile Acer da acquistare compatibilità etc

Sandro* aspex a email.it
Mer 10 Ago 2011 09:29:30 UTC


In data mercoledì 10 agosto 2011 10:44:35, gaetano.buttice a gmail.com ha 
scritto:
> Ho installato ubuntu su 6 portatili ACER diversi negli ultimi 2 anni e
> quindi mi sembra giusto dire anche la mia.
> 
> Io ho avuto un unico problema su un laptop (l'Acer Aspire One 0751h), ma in
> quel caso il problema era la famigerata scheda video INTEL GMA 500 dove i
> driver open funzionano maluccio e quelli proprietari anche.
> Comunque anche quel problema è stato risolto discretamente grazie a una
> distrubuzione dedicata di Lucid Lynx fatta da lucazade.
> Per il resto non ho mai avuto problemi, da Karmic Koala in poi, neanche con
> i dispositivi più ostici (webcam, wifi, bluetooth etc).
> 
> Il problema semmai può essere sulle partizioni già occupate.
> Sull'ultimo ACER che ho utilizzato ce ne erano 3 (boot, recovery e
> windows), sull'ultimo HP addirittura 4 (boot, recovery, windows e dati),
> quindi per installare ubuntu ho dovuto cancellarne una.
> 
> Se questa è la tendenza dei produttori "windows inside" siamo messi bene.
> Sembra che lo facciano apposta.

Effettivamente... :-)
A parte gli scherzi, certamente facilita la vita all'utilizzatore medio di 
windows, cioè quello che utilizzarà unicamente quel s.o. Nel caso che qualcosa 
vada storto è possibile, grazie a quelle partizioni, ripristinare il tutto 
allo stato iniziale. Diverso, sicuramente, per un utente più evoluto che, non 
dico voglia installare linux (anatema!!), ma, magari, un'altra versione di 
windows. Sarebbe il caso, ma bisogna avere soldi da spendere in più e non 
tutti possono farlo, di conprarsi un altro disco, sostituirlo a quello di 
default ed installarci quello che si vuole. 
Un'altra cosa che mi fa imbestialire, dato che siamo in tema di sfoghi, è la 
miriade di applicazioni e applicazioncine che ti forniscono forzatamente sui 
pc nuovi, in particolare sui portatili. Cose di cui non sempre è possibile 
liberarsi facilmente, ergo: formattone e reinstallazione del s.o. 
proprietario, se ti serve ed aggiunta di s.o. liberi... ma questo prevede (a 
chi serve...) il comprarsi una nuova licenza, visto che i dischi di ripristino 
che ti fornisce il produttore ti reinstallano di nuove tutta la 
caccaausiliaria che hai tentato, invano, di rimuovere...
Insoma: come la metti, la metti male..... :-(

-- 
sandro - http://www.majaglug.net
http://www.ternistoria.blogspot.com
http://www.informaticaitaliana.blogspot.com/
GNU/Linux-BlueStar 2.6.38-Linux User #499691 - Linux Machine #429253



Maggiori informazioni sulla lista ubuntu-it