[ubuntu-it] partizioni - consiglio

mauro maupec a iol.it
Sab 2 Gen 2010 08:31:43 GMT


Il giorno sab, 02/01/2010 alle 08.02 +0100, Felix ha scritto:
> -  ancora utile e/o necessario e/o anche solo consigliabile mantenere 
> le partizioni "di base" (boot, root ed home) separate?

Ciao Felice, fino dai tempi di windows 98, ho sempre seguito il
principio di tenere i "motori" su partizioni "sufficientemente piccole"
e i "dati" su partizioni sufficientemente grandi. Questo al solo scopo
di potermi fare, allora, dei salvataggi con norton ghost dei "motori",
da ripristinare velocemente in caso di incidenti.

Per il '98 utilizzavo partizioni fat32 da 2 Gb, e lasciavo tutto il
resto dell'eventuale unico disco ad una partizione dedicata a dati e
programmi non essenziali.

Da quando uso Ubuntu, ho seguito lo stesso principio. I miei "motori"
Ubuntu risiedono in partizioni da 15 Gb (come ho in ambulatorio, dove
chiaramente non ho da fare esperimenti e "balocchi vari"), a 25 Gb a
casa. Tieni di conto che puoi montare un "motore" Ubuntu anche in 5 Gb,
perche' funzioni. 
Il mio uso della /home e' solo di appoggio di eventuali dati temporanei.
Ho conservato l'abitudine di salvare tutti i miei dati importanti nella
cartella "Dati" su una partizione grande a se' stante (rigorosamente
ext3, visto che la ext4 e' una novita'..), e uso farmi salvataggi del
"motore" con partimage (che non gestisce "ancora" la ext4), oppure, da
poco scoperto, con clonezilla, di cui ho parlato recentemente qui. Te lo
consiglio spassionatamente.
Un "motore" appena installato ti diventa un file compresso di circa 1,5
Gb con clonezilla: facile da mettere da parte su un dvd. Anche dopo un
notevole uso, con installazioni varie (kernel rt per la musica, e tutti
gli annessi e connessi) facilmente arrivi ad avere un pacco-clonezilla
sotto i 4,7 Gb di roba, lo stesso facile da immagazzinare in un dvd.

Tra parentesi, ti consiglio l'uso di rsync in cron, per fargli eseguire
in automatico sincronizzazioni periodiche a tuo piacimento dei tuoi dati
su copie di sicurezza in un altro disco del sistema:

Per la sintassi di rsync basta che tu installi grsync, la sua
interfaccia grafica, che ti fornira', nell'uso, la riga di comando da
immettere poi sia in terminale che in cron, mentre il cron te lo impari
qui:

http://wiki.ubuntu-it.org/AmministrazioneSistema/Cron?highlight=(cron)

So che tanti usano mettere il motore (/) in una partizione, e riservano
una partizione dedicata alla /home: tutto sommato questo corrisponde al
fatto di adottare l'idea di tenere i dati su una partizione diversa dal
"motore". Va bene lo stesso, se tu riservi la partizione che io
chiamerei "dati" alla "home". No problem. Io ho preferito conservare lo
schema che avevo adottato con w98, ma ognuno sceglie tra le due opzioni
quella che gli piace di piu', e il risultato non cambia.

> -  utile una partizione di swap da 10 giga quando si dispone gi di 4 
> Gb di Ram (segnalo che adopero macchine virtuali)?

Ho sempre fatto partizioni di swap di 1 Gb, e non ho avuto problemi.

Anche qui:

http://wiki.ubuntu-it.org/Hardware/DispositiviPartizioni/PartizioniUbuntu?highlight=(swap)#head-68cca2cf9860c367cd1d718eafa6a81c8d6ca166

vedrai che vengono consigliati anche swap inferiori a 1 Gb, anche su
macchine con 2 Gb. 10 Gb per swap sono sprecati. Puoi ridurla con
gparted e ridimesionare una contigua. Utile il cd di parted magic per
queste faccende: http://partedmagic.com/

Addirittura, nel mio caso, dato che uso 24 ore su 24 un Ubuntu
installato su hd esterno usb, e avendo la necessita' di tenerne uno
installato sull'hd interno del portatile, in modo che sia sempre
indipendente, anche senza l'appendice dell'hd esterno, mi vengo a
trovare disponibili ben due aree di swap, ognuna da 1 Gb. Basta, anzi,
avanza. 

Puoi divertirti a monitorare l'uso delle aree di swap tenendo su uno dei
due pannelli l'applet del monitor di sistema, e attivando la relativa
finestrella dell'area di swap, oppure lanci lo stesso monitor di sistema
da menu, o, infine, lanci in terminale swapon -s.

Buon Ubuntu! :-)

mauro






Maggiori informazioni sulla lista ubuntu-it