[ubuntu-it] linux in Russia

A.Freemason a.freemason a gmail.com
Sab 31 Gen 2009 12:30:43 GMT


Francois Pesce ha scritto:
> *Presto anche i pinguini russeranno*
> Il governo russo ha lanciato una campagna di migrazione al sistema 
> operativo open source Linux di tutti i computer delle scuole del 
> Paese. Il passaggio dovrebbe concludersi entro il 2009.
> Si mormora inoltre che l'amministrazione russa stia anche valutando la 
> creazione di  un proprio sistema operativo, RussianOs.
> Invece delle finestre ci sono le matriosche.
> (Fonte: punto-informatico.it)
> Davide Calabria
Ciao
       Francios
Non  poi cos attuale la notizia, la cosa  cominciata un paio di anni 
addietro.

A causa di una controversia di copyrigth fra Microsoft e un docente 
universitario, che a detta della citata avrebbe divulgato del materiale 
win senza autorizzazione e controllo e in particolare senza 
corrispondere il dovuto alla medesima.

A quanto pare sembra che, si trattasse di una semplice divulgazione 
gratuita di un programma da pochi migliaia di rubli, la classica 
pirateria da cracker,  ma, si trattava e si tratta di un algoritmo 
sviluppato da un team di docenti e studenti, in grado di aprire il S.O 
di win e rendere il citato S.O open e accessibile.

Se accessibile, detto tutto, data l'importanza e della cosa  l'assurda 
richiesta di zio Bill,  intervenuto il governo il quale ha decretato 
che  tutte le sedi governative  che utilizzano win , devono entro il 
2010 passare a un sistema operativo open.

Se sai leggere il russo, farti un giro sui siti RU, alcuni siti si 
riescono a tradurre, altri hanno il sito con la traduzione in inglese, 
non tutti, peccato, in particolare quelli specifici su divulgazioni 
tecniche sui S.O. .

A parte la conoscenza delle varie lingue.

Per quello che riguarda linux, i questi ultimi anni,nel marasma della 
globalizzazione e alla frenetica corsa industriale da parte di paesi che 
fino a ieri, considerati in via di sviluppo e quelli considerati 
industrializzati che si trovano attualmente in braghe di tela o quasi, 
il primo non pu investire grandi capitali il secondo deve ridurre i 
costi, Linux in particolare e, come qualunque altro S.O open source  in 
grado di risolvere il problema a bassi costi  preso in seria 
considerazione da entrambi i fronti.

Anche da noi, in europa, Linux sta avanzando, nel Canton Ticino 
l'amministrazione sta adottando Linux adattato alle proprie esigenze, 
anche in germania alcune amministrazioni hanno e stanno usando o 
traslando al pi economico Linux.

Da noi un ottimo lavoro lo sta facendo il Majorana di Gela, se non 
sbaglio, il comune di Gela usa Linux sui sistemi informatici, penso che 
sia l'unico comune, con tutti i vantaggi del caso.

Forse l' onorevole Brunetta doveva informarsi meglio, prima di divulgare 
con tanta enfasi la fornitura "gratuita" da parte di Microsoft di 
sistemi informatici per l'amministrazione pubblica.

I casi sono due, o zio Bill ha l'alzaimer, allora la cosa e credibile, o 
l' onorevole Brunetta ha detto una cavolata.

Opto per la seconda senza entrare nel merito.

Ormai sono due anni che uso Linux, e sinceramente  difficile tornare 
alle radici.

Good Day & Week-end
-- 

Best Regards from Italy
  Alessandro Massone
A.Freemason a gmail.com
 Skype: freemason.it  




Maggiori informazioni sulla lista ubuntu-it