[ubuntu-it] istruzioni fool-proof (=a prova di deficiente) per vedere i film in DVD con Ubuntu 7.10

Gianpaolo elena.gianpaolo a gmail.com
Mar 27 Nov 2007 08:34:04 GMT


frank stein ha scritto:

> ...
> Avete mai guardato un manuale di una applicazione Linus? il famoso
> "man"?. ci fosse un esempio! Tutto scritto in inglese, ti dice cosa
> fanno i comandi e le opzioni, ma non c'è un solo esempio per chiarirti
> le idee.
> ...
> E' non so come fare perchè non c'è niente di scritto o se è scritto è
> scritto per gli addetti ai lavori che sanno già tutto
> Scusate per lo sfogo
> ...

E' la mia stessa critica,
Visto quello che hai scritto, mi sembra che anche tu, come me, sia
abbastanza smaliziato alla tastiera... naturalmente restando alle Finestre.
Poi io, essendo quarantenne, ti dirò che lo sviluppo di Win, e prima del
Dos, l'ho
seguito passo passo, assaggiando i primi virus che facevano cascare
le lettere dal video (ho portato il PC dal tecnico!)  smanettando col
'grande'
Norton Commander che ti dava poteri infiniti in Dos, guardando con
diffidenza
alla novità di quel sistema operativo a finestre così pesante per i PC di
allora.
E confesso che preferivo di gran lunga il Dos al nuovo venuto (almeno per
qualche anno...). Alla fine ha vinto la 'pappa pronta', perchè ha reso il PC
alla portata di tutti. E in tutto questo c'è una lezione: finchè il computer
è restato nei laboratori o nelle università, la sua influenza sullo sviluppo
sociale è rimasta nulla. Nell'arrivare nelle case e uffici di tutti (perchè
veramente
alla portata di tutti), si è innestato un effetto a catena che ha
rivoluzionato il mondo:
il lavoro (ormai le macchine da scrivere le trovi solo al museo. E i
tecnigrafi?),
lo svago (musica, cinema), la casa (vi immaginare la domotica col DOS o il
terminale di Linux?), usi, costumi, eccetera (basta girare la testa e se ne
trovano...).
E allora, perchè Linux, l'unica porta verso la libertà nell'informatica,
deve chiudersi
in un suo mondo dorato di pochi adepti, che si auto-elogiano della loro
bravura? Perchè il lavoro di migliaia di bravi ragazzi non si decide a
scardinare la dittatura vigente con la sua stessa arma, la semplicità? Hanno
sudato per gareggiare col colosso e ora che ci sono riusciti si accontentano
della gloria, della torre dorata da cui guardare verso il basso?  Mah!
Secondo me non è giusto. E vi confesso che ho messo il naso
in Linux solo perchè ho letto di Ubuntu e della sua filosofia di fondo:

"Ubuntu prende il nome da un'antica parola africana che significa umanità
agli altri, oppure io sono ciò che sono per merito di ciò che siamo tutti.
La distribuzione Ubuntu migra lo spirito di Ubuntu nel mondo del software".

Mi sono detto: finalmente! Basta Bill che impone come sarà il mondo domani!
Finalmente saremo NOI a decidere del nostro futuro e non la logica del
profitto di
pochi... (l'aggettivo mettetelo voi)!
Ma nella mia ingenuità  avevo inteso tutti come veramente tutti, non solo
gli smanettoni.
Ha ragione Frank Stein quando dice che sembra che i forum, gli help o le
'dritte' siano
fatte solo per chi sa già le cose! Vabbè, sono cresciuto con Windows, ho
peccato per vent'anni, ma ora sono pentito, aiutatemi! E gli esempi... vi
prego,
è l'unico modo per capire!
Chiudo dicendo che Linux è grande, la sua storia è grande, e ora voglio
anch'io contribuire alla sua diffusione. Devo solo imparare ad usarlo...
Ciao:-)
Gianpaolo






Maggiori informazioni sulla lista ubuntu-it