[ubuntu-it] [OT] Ce lo vogliamo fare questo cazzo di FON?

Piero Borelli liste a pborelli.net
Lun 9 Ott 2006 17:54:03 BST


"Il "Codice delle Comunicazioni Elettroniche" meglio noto come "Legge  
Gasparri" stabilisce che le tecnologie wireless, ed in particolare le  
IEEE 802.11a/b/g, meglio note con il nome commerciale di "WiFi",  
possano essere usate solo in ambienti privati, e non devono essere  
utilizzate od anche solo attraversare suolo pubblico. Inoltre per  
fornire accesso commerciale a terzi Ŕ necessario essere a tutti gli  
effetti degli ISP, con adempimenti e costi impossibili od  
improponibili per un privato."
Punto informatico Anno XI n. 2563 di martedý 20 giugno 2006 (PI  
Telefonia - Commenti),  Cassandra Crossing/ Foneros in pericolo.

Concordo poi sul uso meno sboccato del linguaggio.

Saluti Piero

Il giorno 09/ott/06, alle ore 18:31, Francesco ha scritto:

> Fabrizio Gulino ha scritto:
>>
>>> Alessandro Zattoni wrote:
>>> Allo stato attuale delle cose... se tu Giovanni monti a casa un  
>>> access
>>> point e non ci metti una password... e per caso io passo di li  
>>> con la
>>> mia PSP e ti sniffo la rete, poi mi ci collego e faccio i cazzi  
>>> miei con
>>> la tua rete... cosa succede? La polizia ti fa la multa perchŔ non  
>>> sei
>>> stato in grado di mettere una password alla tua connessione? Mah...
>> ...direi proprio di si, se va bene ti fa una multa. L'ignoranza Ŕ una
>> colpa mica una scusa!
>> Cerca su google, su molti forum si Ŕ discusso sulla legalitÓ in  
>> italia
>> di fon.....
>
> Quoto in pieno Fabrizio.
> (e inviterei Alessandro ad un linguaggio un po' piu educato).
>
>
> F.
>
> -- 
> ubuntu-it mailing list
> ubuntu-it a lists.ubuntu.com
> https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it

------------------------------------------------------------------------ 
---------------------------------------------------
Lo scontro fra le idee non Ŕ un disastro, ma occasione di sviluppi  
positivi (A. N. Whitehead)

Per realizzare un durevole e soddisfacente mutamento d’indirizzo“[…]  
dobbiamo tenere a mente che non di rado i tentativi di imporre  
soluzioni dall’alto a società umane hanno avuto, alla lunga,  
conseguenze disastrose. Solo attraverso l’istruzione, la  
partecipazione, una certa misura di consenso e la diffusa percezione,  
da parte dei singoli, che Ŕ in gioco qualcosa che li riguarda  
direttamente, sarÓ possibile realizzare un durevole e soddisfacente  
mutamento d’indirizzo”(Murray Gell-Mann) e dovremmo sempre ricordare  
che “[d]emocrazia e verità assoluta, democrazia e dogma, sono  
incompatibili. La veritÓ assoluta e il dogma valgono non nelle  
società democratiche, ma in quelle autocratiche” (Gustavo Zagrebelsky).






Maggiori informazioni sulla lista ubuntu-it